Menu di navigazione del network

Community lab: a che punto siamo con UI kit e design token?

Nell’appuntamento del 20 aprile, gli esperti di Designers Italia hanno mostrato gli sviluppi sulla migrazione dello UI kit a Figma e l’implementazione dei design token


Continuano i lavori per il design system del Paese, lo strumento che raggruppa i principi e le risorse per semplificare e rendere più facile, economica ed efficace la progettazione e lo sviluppo di servizi più semplici, accessibili, equi e inclusivi.

Nell’ultimo Community lab, il nostro appuntamento rivolto alle figure tecniche si occupano di trasformazione digitale della PA, Stefania Guerra, Francesco Improta e Daniele Tabellini, esperti di UI/UX design nel Dipartimento per la trasformazione digitale, hanno mostrato lo stato dei lavori su due fronti molto importanti: la migrazione a Figma dello UI kit, la raccolta di componenti riutilizzabili per progettare interfacce, e l’implementazione dei design token, uno strumento che facilita la collaborazione fra chi progetta e chi sviluppa.

Partiamo dalla prima novità. Secondo il Design Tools Survey 2021, Figma è oggi lo strumento più utilizzato dai designer nel mondo. Negli ultimi anni, Figma è diventato uno strumento indispensabile nel flusso di lavoro di designer e sviluppatori, grazie alle sue funzionalità avanzate di progettazione e collaborazione in tempo reale. Stefania Guerra ha raccontato quindi la necessità di migrare da Sketch a Figma lo UI kit, riprogettando i componenti per sfruttare tutte le funzionalità native come auto layout e variant. Mantenendo l’approccio aperto alla progettazione che ha sempre contraddistinto Designers Italia, lo UI kit sarà utilizzabile anche su Sketch e Adobe XD, grazie a un’esportazione dedicata disponibile su GitHub.

Nella seconda parte dell’incontro, Francesco Improta si è soffermato sull’implementazione dei design token. I design token sono variabili che contengono tutte le informazioni alla base del design system, come colori, tipografia, spaziature, stili e animazioni. Provando a immaginarli, i design token possono essere considerati come dei veri e propri mattoncini alla base delle interfacce. Il loro beneficio principale è quindi assicurare una maggiore coerenza nella progettazione e sviluppo di interfacce digitali. Oltre a migliorare la progettazione delle interfacce, i design token hanno anche un impatto positivo per chi lavora al codice: permettono, infatti, di sincronizzare lo UI kit con i componenti sviluppati favorendo la collaborazione fra le persone impegnate nella progettazione e nello sviluppo, creando un linguaggio comune condiviso.

Come in ogni progetto di Designers Italia e Developers Italia, aspettiamo il fondamentale contributo della community. Se vuoi contribuire, puoi farlo seguendo e commentando pubblicamente i lavori in corso sul nuovo UI kit (attualmente alla versione 3.0.0-alpha.1), direttamente nello spazio in basso nella pagina dedicata o in un punto esatto nel file. Oppure puoi duplicare il file per provarlo e poi scriverci nel canale #design-ui-kit di Slack.

Ti ricordiamo che puoi rivedere il video completo del community lab sul canale YouTube del Dipartimento per la trasformazione digitale e scaricare la presentazione.

Per saperne di più resta in contatto su Slack, continua a seguirci sui canali Twitter di Designers Italia e Developers Italia.