Menu di navigazione del network

Accessibilità migliorata con Bootstrap Italia 1.6, verso il rilascio di 2.0

In occasione del community lab del 23 marzo, abbiamo presentato gli ultimi aggiornamenti della libreria alla base di siti e servizi della PA


Una nuova tappa importante per il design system del Paese e per i servizi pubblici digitali: mercoledì 23 marzo, in occasione del community lab, due esperti del Dipartimento per la trasformazione digitale, Andrea Stagi, open source project leader, e Daniele Tabellini, UI/UX Designer, hanno fatto il punto sugli sviluppi di Bootstrap Italia 2.0, nuovo tema di Bootstrap 5, e presentato Bootstrap Italia 1.6, l’ultimo rilascio basato sul tema di Bootstrap 4.

Bootstrap Italia è uno dei tasselli fondamentali del design system del Paese, e contribuisce a creare servizi e siti più coerenti, familiari e usabili per le persone.

Durante l’incontro, seguito da 150 persone, Andrea e Daniele hanno sottolineato che gran parte delle migliorie e funzionalità legate alla versione 1.6 si concentrano proprio sull’accessibilità, e sono state implementate e validate grazie alla collaborazione con Agenzia per l’Italia Digitale (AgID).

Nello specifico, come illustrato nel changelog (note di rilascio), questa versione porta diversi cambiamenti su tutti i componenti interattivi principali, come form e header, e un aggiornamento sostanziale dei carousel con l’adozione del plug-in Splide, più facile da curare a livello di accessibilità. Queste modifiche sono anche propedeutiche al passaggio a Bootstrap Italia 2.0, che vedrà un primo rilascio beta nella prima metà di aprile. Maggiori informazioni sui prossimi passi sono reperibili nel piano attività.

Bootstrap Italia 1.6 è disponibile partendo dalla sua documentazione o attraverso la sua repository GitHub, nella quale è possibile contribuire segnalando problemi e proponendo integrazioni. In attesa del consolidamento di Bootstrap Italia 2.0, il nostro invito è di aggiornare da subito a questa versione siti e servizi della Pubblica Amministrazione che già utilizzano Bootstrap Italia per portare benefici significativi all’esperienza utente.

Tutte le persone interessate a lasciare il segno nel design system del Paese possono contribuire allo sviluppo di Bootstrap Italia 2.0 sulla repository GitHub di lavorazione, con l’obiettivo che i futuri progetti di siti e servizi della Pubblica Amministrazione utilizzino direttamente questa versione.

Guarda il video completo del community lab sul canale YouTube del Dipartimento per la trasformazione digitale e scarica la presentazione.

Per saperne di più resta in contatto su Slack, continua a seguirci sui canali Twitter di Designers Italia e Developers Italia.